• Resi
    Diritto di recesso
  • Garanzia 2 anni
    2 anni di garanzia
  • ResiDiritto di recesso
  • Garanzia 2 anni2 anni di garanzia
Contattaci

Ozono: cos'è, quali proprietà ha e cosa cura

21 ottobre 2019
Categoria: Ozono

“L’ozono, questo sconosciuto!”. In effetti questo gas viene comunemente associato all’inquinamento e al famoso “buco” e quando se ne sente parlare, avviene solo in chiave negativa. Non tutti sanno invece, che ha anche un lato buono, anzi più di uno. In questo articolo, scopriremo insieme le proprietà benefiche dell’ozono per l’uomo e le sue innumerevoli applicazioni, dall’industria alimentare alla medicina, dal benessere alla cura della casa.


Che cos'è l'ozono

L'ozono è un gas che si crea naturalmente nell'atmosfera quando fattori naturali come i raggi del sole o i fulmini dividono le molecole di ossigeno in singoli atomi. Questi atomi si combinano poi con le altre molecole di ossigeno (O2) nelle vicinanze e formano una nuova molecola formata da tre atomi di ossigeno (O3), chiamata ozono.
Gran parte dell'ozono terrestre è contenuto nella stratosfera, lo strato di atmosfera che si trova a 10–40 chilometri sopra la superficie della terra. La quantità di ozono presente nella stratosfera cambia nel corso dell'anno e si sposta da una località all’altra.

Le proprietà dell'ozono

Lo strato di ozono che si forma nell'atmosfera assorbe e blocca parte dello spettro UV, proteggendo la Terra dai raggi ultravioletti nocivi provenienti dal sole. Essendo più pesante dell’aria, tende a scendere verso la superficie terrestre e nel corso della sua discesa, si combina con gli inquinanti che incontra nell’aria eliminandoli. Il risultato è una efficace pulizia dell’aria. Si può dire quindi che, grazie all’azione dell’ozono, la natura ha ideato un efficace sistema autopulente.
L’ozono possiede, inoltre, altre utili proprietà scientificamente dimostrate:

  • proprietà deodoranti: l’azione di questa molecola elimina gli odori di qualsiasi natura
  • proprietà antibatteriche e antimicotiche: l’ozono distrugge la parete cellulare dei batteri, delle muffe, dei funghi e in generale di tutti i microrganismi viventi. Quando questa molecola entra a contatto con tali particelle, le elimina per ossidazione.
  • proprietà antivirali: l’ozono agisce su alcuni recettori virali, impedendo ai virus di penetrare nelle cellule bersaglio. In questo modo, i virus non riescono a eseguire le loro funzioni e l’ozono, inattivandolo, avrà contribuito al blocco dell’agente virale.
  • proprietà antinfiammatorie: l’azione dell’ozono diminuisce la sintesi degli acidi che favoriscono le infiammazioni, così da diminuire il rilascio di componenti in grado di diffondere le infiammazioni.
  • proprietà analgesiche: grazie all’ozono, le sedi di infiammazione ricevono meno ossigeno e i mediatori chimici che generano il conseguente stimolo doloroso subiscono un’ossidazione.
  • proprietà immunomodulanti: l’azione dell’ozono contribuisce a favorire lo sviluppo delle difese immunitarie.
  • proprietà cicatrizzanti: l’ozono velocizza il processo di cicatrizzazione e rigenerazione della pelle, stimolando la formazione del nuovo tessuto

Utilizzo dell'ozono nel settore industriale

L’impiego dell’ozono in ambito industriale non è un fatto nuovo. In passato infatti, è stato usato per trattare l’acqua pubblica e l’acqua venduta in bottiglia e già a partire dal 1893 si attestano i primi utilizzi dell’ozono per sanificare l’acqua potabile, grazie alle proprietà igienizzanti della molecola. Inoltre, nel 1909 l’ozono cominciò a essere utilizzato come conservante alimentare per la conservazione a freddo delle carni e, successivamente, a partire dal 1939, per prevenire la crescita delle muffe nella conservazione della frutta. Grazie ai processi ossidanti dell’ozono, questa molecola è stata poi impiegata in vari ambiti, tutti inerenti alla conservazione degli alimenti.

L’ozono ha trovato poi numerosi utilizzi nella lotta contro virus, batteri, funghi e protozoi. Questi microrganismi, infatti, non riescono a sviluppare alcun tipo di resistenza nei confronti dell’ozono, che agisce come un potente igienizzante e disinfettante sia dell’aria sia dell’acqua. Oggi, l’ozono sta cominciando a essere usato efficacemente anche nel settore delle bevande.

Emergono quindi con chiarezza alcuni dei vantaggi dell’ozono applicato all’industria alimentare. Non per niente, nel gennaio 2001 la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha formalmente riconosciuto l'ozono come “agente antimicrobico per il trattamento, lo stoccaggio e la lavorazione degli alimenti”. Inoltre, nel dicembre 2001, il servizio di sicurezza e ispezione alimentare del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA / FSIS) ha approvato l'uso dell'ozono nel trattamento di carni e pollame, dal prodotto crudo fino a pronti per essere imballati.

L’approvazione ufficiale da parte della FDA è da considerarsi una fonte attendibile che certifica l’importanza, l’efficacia e la sicurezza dell’ozono come agente antimicrobico. Si prevede, pertanto, che un numero sempre maggiore di aziende decida di migliorare la qualità dei propri prodotti introducendo l’ozono nella conservazione o nel trattamento degli alimenti o delle attrezzature che con essi vengono in contatto. L’ozono, infatti, può essere considerato addirittura migliore rispetto ad altri disinfettanti chimici che vengono abitualmente utilizzati nell’industria alimentare. Questo perché oltre a garantire alti livelli di igiene, non lascia alcun residuo.

Dal momento che si tratta di un efficiente disinfettante ecologico, l’ozono viene sempre più studiato, testato e impiegato come alternativa ai tradizionali disinfettanti al cloro che vengono utilizzati non solo nell’industria alimentare, ma anche nel processo di potabilizzazione dell’acqua. L’ozono riesce a eliminare i microbi con maggiore efficacia del cloro, dato che al contrario di quest’ultimo agisce anche sull’inattivazione di spore batteriche e protozoi. Il suo utilizzo è vantaggioso anche per l’operatore, che non dovrà più lavorare con prodotti chimici potenzialmente pericolosi. C’è anche da dire che, mentre prodotti chimici come il cloro e i suoi derivati lasciano dei residui, anch’essi tossici, l’ozono, al contrario, essendo un gas instabile decade e torna ad essere  solo ossigeno in soli quaranta minuti.
L’acqua sanificata con l’ozono può essere utilizzata inoltre come igienizzante di pavimenti, superfici, scarichi e attrezzature di vario tipo migliorando l’igiene generale degli ambienti o degli impianti e riducendo, nel corso del tempo, la carica microbica complessivo. Se utilizzato costantemente, l’ozono rappresenta una efficace soluzione per prevenire la proliferazione dei microbi sui materiali con cui viene in contatto.

L'ozono e i benefici per la salute

Nel corso degli ultimi anni, l’ozono è stato introdotto anche in ambito medico per il trattamento di alcuni disturbi fisici più o meno gravi. L’ozonoterapia può essere utilizzata da sola oppure in combinazione con altri medicinali convenzionali, come adiuvante nei trattamenti sia ad uso topico, quindi esterni, che interni.

I benefici dell'ozono sul nostro organismo includono:

  • il rafforzamento del sistema immunitario
  • la riduzione delle infezioni attraverso la distruzione di funghi, batteri e virus
  • l’aumento del trasporto di ossigeno da parte dei globuli rossi che migliora l’ossigenazione dei tessuti
  • lo stimolo della circolazione venosa e linfatica
  • il miglioramento delle funzioni cellulari principali.
  • l’eliminazione delle tossine

Dunque, grazie ai suoi molteplici vantaggi in campo sanitario, l’ozono viene applicato con successo in varie e differenti terapie.

Ci sono molti modi in cui può essere somministrata l’ozonoterapia. Alcune delle applicazioni più comuni includono iniezioni sottocutanee per trattare la percezione di dolore e ridurre le infiammazioni in aree come articolazioni e muscoli, oppure somministrazioni per via endovenosa per trattare le vene varicose e altri problemi di circolazione, o ancora per via orale bevendo acqua iperozonizzata per il trattamento di problemi al tratto gastro-intestinale. L’azione dell’ozono è particolarmente efficace anche per combattere problemi cutanei come herpes, dermatiti, acne e brufoli. Il trattamento cutaneo dell’ozono viene generalmente somministrato tramite lavaggi e impacchi di acqua ozonizzata oppure tramite bagni di ozono.

Bere o effettuare regolarmente sciacqui con l’acqua iperozonizzata, cioè arricchita di ozono, consente di sfiammare gengive sanguinanti, ridurre la carica microbica presente in bocca e mantenere una corretta igiene orale e sarà una soluzione semplice e sicura ai problemi sopra elencati. Inoltre, l’ozono sarà un valido alleato nella cura delle ferite chirurgiche, dal momento che ne velocizzerà la cicatrizzazione. Grazie alle sue proprietà disinfettanti e antibatteriche l’ozonoterapia si rivela infatti un valido alleato anche in ambito dentistico-odontoiatrico, principalmente nel post-operatorio per la guarigione delle ferite chirurgiche quando la consueta terapia antibiotica non è sufficiente.

Ozono e altri disinfettanti chimici: qual è la soluzione migliore?

Nonostante i comprovati aspetti utili e positivi dell’ozono, c’è ancora una certa diffidenza nei confronti di questa molecola, a cui viene spesso attribuita una valenza negativa e di essere un fattore potenzialmente tossico per l’uomo. Se questo è vero - ancorché solo in presenza di altissime concentrazioni - è altrettanto vero anche per tutti gli altri disinfettanti chimici e naturali. Basti pensare, ad esempio, al cloro, comunemente impiegato nella disinfezione delle piscine o nella potabilizzazione dell’acqua: quando il cloro è presente in maniera eccessiva, infatti, la pelle e gli occhi di chi sta nuotando iniziano a prudere, e, allo stesso modo, è sgradevole bere l’acqua del rubinetto che contiene un’alta percentuale di cloro.

Ovviamente, non è vera la regola secondo cui "tot ozono produce tot benefici” e quindi una maggiore quantità di ozono produrrà ancora più benefici: bisogna sempre saper dosare le giuste quantità di molecola e il giusto tempo di esposizione all’ozono per ottenere risultati efficaci e in totale sicurezza. Ecco perchè, ad esempio, ogni buon ozonizzatore deve avere installato un sistema di generazione dell’ozono automatico perfettamente studiato e calibrato.

Conclusione

Come abbiamo visto, l’ozono e la sua applicazione in vari settori, dall’industria alimentare alla medicina, continua ad avere un successo crescente. Nonostante una diffusa diffidenza al suo impiego, l’ozono riesce a trattare un grande numero di problematiche nel migliore dei modi, con i vantaggi che abbiamo visto, garantendo risultati comprovati, specie laddove vengano utilizzati ozonizzatori, regole e protocolli appositamente studiati per garantire in modo serio e responsabile efficacia dei trattamenti e sicurezza per le persone.

Volete saperne di più sui benefici che l'ozono può apportare nella vostra vita di tutti i giorni? Date un occhiata qui